: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
0163 852011        

: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00    I    0163 852011        

 x 
Carrello - € 0,00

  • Carrello vuoto
Martedì, 02 Luglio 2019 15:19

5 COSE DA FARE A LUGLIO NELL’ORTO

RACCOGLIERE: E’ UN MESE RICCO!

La prima cosa da fare nell’orto a Luglio è raccogliere i frutti delle nostre semine! Sono ormai giunti a maturazione gli ortaggi estivi seminati in precedenza. Il raccolto abbondante comprende: melanzane, cetrioli, peperoni, pomodori, meloni, fagiolini, piselli, lattuga e tutte le piante aromatiche. 

2015 07 03 5 COSE DA FARE A LUGLIO NELLORTO 2

IRRIGARE: ARRIVA IL CALDO

Luglio è anche uno dei mesi più caldi dell’anno, perciò l’orto richiederà innaffiature frequenti, una volta al giorno per tutta l’estate. Se non potete occuparvene, è meglio munirsi di un sistema di irrigazione a goccia che provvederà a bagnare le piantine al posto vostro mentre siete in vacanza.

2015 07 03 5 COSE DA FARE A LUGLIO NELLORTO 4

SEMINARE: PENSIAMO ALL’AUTUNNO

L’orto è un ciclo continuo: oltre alla raccolta di ortaggi, Luglio è anche tempo di semina e si possono cominciare a interrare ortaggi autunnali come cavoli, porri, finocchi, radicchio e alcuni buonissimi ortaggi tardivi come piselli, biete, zucchine, ravanelli, lattuga e carote.

2015 07 03 5 COSE DA FARE A LUGLIO NELLORTO 1

TRUCCHI: PROTEGGIAMO I POMODORI

Per favorire lo sviluppo dei primi grappoli della pianta di Pomodoro, dobbiamo cimare e asportare alcuni rami bassi privi di frutti. È anche necessario spostare all’ombra le varietà più delicate, sopratutto se si pensa di partire e lasciare l’orto al proprio destino: in questa stagione il sole è forte e può bruciare alcune piante.

2015 07 03 5 COSE DA FARE A LUGLIO NELLORTO 3

CONCIMARE: NON ESAGERIAMO

L’orto in questo periodo dell’anno non necessita di particolari concimazioni, anche perchè i raccolti sono frequenti. Nel caso in cui riteniate necessario intervenire, è importante scegliere fertilizzanti ricchi di Potassio e poveri di Azoto, per evitare di compromettere il gusto del raccolto. Ovviamente autorizzati in agricoltura biologica!

2015 07 03 5 COSE DA FARE A LUGLIO NELLORTO 6

 

ALTEA BLU 20KG

35008590A001

Dettagli Prodotto

€ 24,90


OrtoMio pack da 4 o 6 fascia rossa Zucchino Chiaro da palo Ortol

01000474A001

Dettagli Prodotto

€ 2,50


Polo 250 Classic

43002474A001

Dettagli Prodotto

€ 31,90


 

Published in Tecnica e cura
Martedì, 18 Giugno 2019 14:28

PROTEGGERE IL PRATO DAL CALDO ESTIVO

Benché sia apprezzato come elemento “estetico” del giardino, in realtà il prato è vivo ed è importante fare il possibile affinché sia sempre in perfette condizioni, anche perché un tappeto erboso malandato non è esteticamente bello.

In Italia, con ovvie differenze tra nord e sud, il prato vive un rallentamento delle funzioni vegetative in inverno, per poi avere una crescita continua dalla primavera all’autunno. Con due momenti molto critici: il gelo invernale e l’afa estiva.

Oggi vediamo come proteggere il prato dal caldo estivo.

AFA E SICCITA’: COME PROTEGGERE IL PRATO

Per affrontare le avversità, l’erba deve essere forte e resistente e perciò un corretto nutrimento è alla base di un perfetto tappeto erboso.

Per proteggere il prato dal caldo estivo è consigliabile utilizzare, da aprile a maggio a seconda del clima e della latitudine, un fertilizzante antistress. Sono prodotti concepiti specificamente per proteggere il prato dalle avversità, grazie a un elevato contenuto di Potassio, che irrobustisce la struttura del prato aumentandone la resistenza agli stress ambientali, come i picchi di temperatura e la siccità.

Inoltre un equilibrato titolo di Azoto evita un abbondante sviluppo vegetativo, riducendo gli interventi di rasatura, la manutenzione e i consumi idrici.

Si tratta di un prodotto a lenta cessione, quindi un’applicazione è sufficiente per 3-4 mesi.

COME FARE

Distribuite a mano o con l’aiuto di un carrello spandiconcime il concime granulare, avendo cura di spargerlo uniformemente senza concentrazioni localizzate, che potrebbero risultare dannose. Seguite sempre il dosaggio indicato sulle confezioni.

Subito dopo la concimazione, irrigate il tappeto erboso trattato per accelerare il processo di scioglimento dei granuli e l’assorbimento.

Compo Floranid Antistress 2,5 kg

35009139A001

Dettagli Prodotto

€ 20,60


Compo Floranid Prato con Ferro 1,5 kg

06007225A001

Dettagli Prodotto

€ 15,95


KB- Evergreen Antistress 2 Kg Concime

06007164A001

Dettagli Prodotto

€ 14,10


 

Published in Tecnica e cura
Venerdì, 22 Marzo 2019 15:15

COME COLTIVARE LE ORTENSIE IN UN VIDEO

Coltivare le Ortensie non è difficile e i suoi grandi fiori abbelliscono moltissimi giardini italiani. L’Hidrangea, comunemente conosciuta come Ortensia, è un pianta acidofila arbustiva caratterizzata da foglie verdi dentellate e grandi infiorescenze a forma sferica, che sbocciano da maggio ad agosto.

Esistono più di 40 specie di Hidrangea, con diversi colori e fioriture di dimensioni variabili e non sempre sferiche. C’è anche una specie rampicante.

COLTIVARE LE ORTENSIE: SCOPRI COME FARE CON UN VIDEO

Nel video di Compo sono illustrate le principali cure per mantenere sempre bellissima questa pianta molto generosa.

video coltivare ortensie

 

Published in Green e flower

La Forsythia è una pianta ornamentale molto comune, facilmente riconoscibile grazie ai suoi bellissimi fiorellini gialli che spuntano alla fine dell’inverno. Appartiene alla famiglia delle Oleaceae e le specie più diffuse sono la Forsythia Suspensa, la Forsythia Virdissima e la Forsythia Spectabilis.

È un arbusto perenne deciduo, ciò vuol dire che perde le foglie d’inverno per rifiorire rigogliosa in primavera. Resiste bene al freddo, si adatta a qualsiasi tipo di terreno e può arrivare a misurare fino a 3-4 metri di altezza. Generalmente è una pianta da esterno che si accontenta di poche cure e dell’acqua che ricava dalle piogge, perciò va annaffiata solo in caso di prolungata siccità. Se invece la si tiene in un vaso, bisogna annaffiarla una volta a settimana stando attenti al ristagno d’acqua.

In primavera, per avere una fioritura più rigogliosa è consigliabile concimare la pianta con un concime specifico per piante da fiore; utilizzando un concime a lenta cessione basterà ripetere l’operazione una volta ogni 4 mesi.

La potatura dovrà avvenire subito dopo la prima fioritura per eliminare i rami secchi e vecchi o quelli che non sono fioriti, e una seconda volta in inverno per una leggera spuntatura. La Forsythia grazie alla sua fioritura rigogliosa permette di ottenere delle bellissime siepi ornamentali, basterà piantare un esemplare di Forsythia a 50-60 cm dall’altro e potarle per dargli la forma desiderata.

 

Gesal Concime Gerani e Piante Fiorite 1 litro

35009184A001

Dettagli Prodotto

€ 5,65


Altea Biocorn 1 kg BIO

35008798A001

Dettagli Prodotto

€ 8,50


Troncarami 680 B Classic

41003046A001

Dettagli Prodotto

€ 31,90


Published in Green e flower
Venerdì, 01 Marzo 2019 13:04

SANSEVERIA: AMICA DELL’ARIA – VIDEO

La Sanseveria è una pianta erbacea perenne originaria dell’India e dell’Africa centro-meridionale. E’ caratterizzata da grandi foglie radicali, lanceolate, spesse e percorse per tutto il margine esterno da striature gialle. Se ne conoscono più di 60 specie e la più originale è sicuramente la Sanseveria Cylindrica: anziché avere foglie lanceolate, le ha carnose e cilindriche.

E’ un’ottima pianta d’appartamento, poiché è stato dimostrato che ha la capacità di assorbire gli inquinanti indoor (come la formaldeide o il fumo di sigaretta) e combatte l’effetto delle radiazioni elettromagnetiche.

Predilige ambienti molto luminosi ma si adatta anche alla penombra. È una pianta che cresce tranquillamente sia in esterno sia in interno, ma in inverno non sopporta temperature sotto i 5°C.

SANSEVERIA: SCOPRI COME COLTIVARLA NEL VIDEO

Nel video di Compo sono spiegati in modo semplice tutte le regole di coltivazione di questa fantastica pianta.

video sanseveria

Compo Biglie di Argilla Espansa 10 litri

09001015A001

Dettagli Prodotto

€ 4,50


Compo Concime per Piante Verdi 500 ml

06003449A001

Dettagli Prodotto

€ 5,90


 

Compo Sana Terriccio per Piante Verdi 20 litri

37006983A001

Dettagli Prodotto

€ 6,20


Published in Green e flower
Mercoledì, 20 Febbraio 2019 11:03

PRIMULE: IL PRIMO FIORE DI PRIMAVERA

Quando parliamo di Primule, molti pensano alla piccola piantina con grandi foglie verdi rugose e un fiore giallo vivo. In realtà quella è la Primula Vulgaris, una delle specie spontanee più diffuse in Italia insieme alla Primula Veris. Dietro il nome “Primula” in realtà si nascondono più di 500 specie di piante diverse, con caratteristiche spesso differenti, come per esempio l’altezza o la forma delle foglie e del fiore.

La Primula è una pianta erbacea, annuale o perenne a seconda della specie, ed è una delle prime a fiorire all’inizio della primavera: è proprio a questa caratteristica che deve il suo nome, dal latino primus. In Italia può essere coltivata con facilità in vaso o in giardino.

Nelle zone a nord bisogna fare attenzione alle specie più delicate (come le Primule Kewensis, Malacoides, Obconica e Sinensis) che richiedono una temperatura minima invernale superiore ai 5°C. Ma le specie più rustiche possono essere coltivate facilmente in ogni regione, la Primula è anzi indicata per donare colore alle bordure e ai giardini rocciosi.In giardino le Primule richiedono un terreno ben drenato e fertile e possono essere piantate in settembre-ottobre oppure a marzo.

Per la coltivazione in vaso potete partire da un diametro di 8-10 cm, effettuando rinvasi progressivi fino a un diametro di 18 cm. Per la coltivazione in vaso è molto importante la concimazione, poiché la pianta trae il nutrimento da un piccolo pane di terra: ogni settimana aiutate le piante con un concime liquido diluito nell’acqua per l’irrigazione.

Published in Green e flower
Mercoledì, 30 Gennaio 2019 16:59

COME COLTIVARE LA SUNSATIA

La Sunsatia è una nuova varietà di Nemesia prodotta da Proven Winners, una pianta originaria dell’Africa e dell’Europa meridionale, particolarmente resistente alle temperature alte e basse. La pianta è caratterizzata da fusti erbacei ramificati e da grossi fiori simili alle Bocca di Leone, molto profumati.

La fioritura è davvero ricca, e vanta tantissimi colori, come il rosso, l’arancione, il bianco, il lilla e il giallo. Poiché la Sunsatia sopravvive anche a temperature leggermente sotto lo zero, è adatta a essere interrata insieme a Viole e Primule, per creare eleganti composizioni primaverili. È un arbusto dal portamento tappezzante o ricadente, ideale da posizionare in balconette e basket, o come bordura in giardino.

video sunsatia

LA SUNSATIA: FIORI DA MARZO A NOVEMBRE

La Sunsatia si può interrare già verso febbraio e fiorisce da marzo fino a luglio senza pause. La particolarità di questa pianta è sicuramente la fioritura, molto abbondante e duratura, ricca di colori vivaci. È anche facile da coltivare, molto resistente e non richiede particolari cure.

La Sunsatia è una pianta da esterni e necessita della luce diretta del sole per crescere e produrre i suoi fiori. L’apporto d’acqua deve essere regolare per tutta la stagione vegetativa, facendo attenzione a non inzuppare troppo il terreno. Il substrato deve rimanere sempre umido, soprattutto d’estate, ma senza ristagni idrici.

Le piante di Sunsatia sono spesso annuali, quindi non necessiteranno di ulteriori rinvasi. Dopo l’acquisto è consigliabile travasarla in un contenitore più ampio, di circa 30 cm, insieme a del terriccio universale. Il substrato ideale deve essere fertile e ben drenato, con l’aggiunta di argilla e un’alta percentuale di torba bionda. Il concime è molto importante, e deve essere somministrato alla pianta settimanalmente e per tutto il periodo della fioritura.

Published in Green e flower
Venerdì, 18 Gennaio 2019 14:15

PIANTE AROMATICHE: COME CURARLE IN INVERNO

Coltivare le proprie piante aromatiche è facile e davvero utile. Basta qualche vaso e un po’ di spazio sul balcone per avere una scorta di odori freschi, sempre a portata di mano. Gli aromi non servono solo a insaporire le pietanze, ma arredano anche giardini e terrazzi grazie ai loro bellissimi fiori colorati e alle foglie sempreverdi.

Le piante aromatiche sono molto resistenti e nelle condizioni ottimali possono durare anche per anni. Inoltre si adattano bene al clima mite del nostro paese, a eccezione del basilico che non sopravvive a temperature inferiori ai 10 gradi.

Alloromaggioranamenta rosmarino, sopportano anche le basse temperature e crescono tranquillamente all’aperto. È probabile che le foglie secchino durante l’inverno, ma questo non deve allarmarci; le radici rimangono vive e continuano a nutrirsi anche durante questa stagione. In primavera, dopo che avremo spuntato i rami secchi, queste piante torneranno rinvigorite e si riempiranno di nuova vegetazione.

Alcune piante aromatiche come la salvia, il timo, l’origano e il peperoncino temono le gelate invernali e preferiscono essere poste al riparo, all’interno di una serra. Le piante che crescono in piena terra per resistere al freddo prediligono posizioni riparate, meglio se contro un muro o in una zona soleggiata. Molto importante è la composizione del substrato, che deve essere ricco di ghiaia e molto ben drenato per evitare che l’acqua stagni e congeli nel terreno.

Nelle regioni più fredde, può essere utile anche creare uno strato di pacciamatura, coprendo il terreno con della corteccia, al fine di tenerlo al caldo e proteggerlo dal gelo e dalle piogge eccessive. Per evitare i temuti ristagni, durante la stagione invernale bisogna innaffiare solo di rado, quando le giornate sono soleggiate.

Può essere utile, durante questa fase di riposo vegetativo, somministrare un fertilizzante che incrementi l’attività metabolica della pianta, aiutandola a resistere anche agli inverni più rigidi. Sopratutto le piante in vaso, hanno bisogno di fertilizzanti ricchi di aminoacidi, vitamine e sostanze umiche che aiutano la pianta a resistere meglio alle malattie e alle avversità climatiche. Trattandosi di piante destinate all’alimentazione, meglio scegliere un concime organico, utilizzabile in agricoltura biologica.

ALTEA ATTIVA 300ML

33002828A001

Dettagli Prodotto

€ 10,50


Compo Bio Concime per Piante Aromatiche 500 ml

35009368A001

Dettagli Prodotto

€ 6,25


Compo Bio Terriccio Orto Semina 20 litri

37007126A001

Dettagli Prodotto

€ 4,00


Published in Green e flower

L’Euphorbia pulcherrima è più comunemente conosciuta come Stella di Natale. Ma è nota con il nome di Poinsettia a causa di un errore: gli esperti non accorsero che fosse una Euphorbia quando fecero la sua prima catalogazione botanica.

La Stella di Natale è una pianta d’appartamento molto diffusa, soprattutto durante le feste invernali, reperibile in molti colori e screziature diverse. Simbolo natalizio per eccellenza, resiste all’aperto solo in zone dagli inverni moto miti, dove diventa un piccolo arbusto. I fiori sono in realtà foglie colorate dette brattee, mentre i fiori veri e propri sono piccoli e spuntano al centro delle foglie in inverno.

 

STELLA DI NATALE: COME COLTIVARLA TUTTO L’ANNO

La Stella di Natale va coltivata in casa in zone luminose e fresche, a una temperatura compresa tra 15° e 20° C, lontana da termosifoni o correnti d’aria. Durante l’inverno, servono almeno 14 ore giornaliere di buio e 10 di luce intensa per almeno 30 giorni consecutivi per ottenere la rinascita delle brattee colorate.

Le innaffiature devono essere frequenti, lasciando asciugare il terreno tra un’irrigazione e l’altra; teme i ristagni idrici, per questo motivo bisogna evitare di lasciare l’acqua per molto tempo nel sottovaso. Le brattee colorate durano a lungo sulla pianta ma possono cadere e seccarsi se l’ambiente è troppo secco o se la pianta è esposta ai raggi diretti del sole.

Ḕ consigliabile fornire del concime specifico per Stelle di Natale o per piante da fiore, ogni 15 giorni durante il periodo di ripresa vegetativa. Quando le brattee cadono, occorre accorciare gli steli ed effettuare il rinvaso con terriccio universale concimato con un prodotto per piante verd: dopo poco nasceranno le nuove foglie verdi. Il lattice bianco che esce dagli steli recisi può risultare irritante per la pelle, perciò al momento di accorciare gli steli, conviene indossare guanti protettivi.

Compo Sana Terriccio per Piante Fiorite 20 litri

09000681A001

Dettagli Prodotto

€ 6,90


Published in Green e flower

Il contalitri è un simpatico gadget che ci permette di dare la giusta quantità di acqua a ogni pianta. Già: ogni pianta ha diverse esigenze di irrigazione, eppure quando irrighiamo il giardino spesso tendiamo a dimenticarcene. A meno che non abbiamo installato un impianto di irrigazione interrato comandato da una centralina, che gestirà simultaneamente in modo autonomo sia gli irrigatori a battente per il prato sia il tubo gocciolatore per la siepe o le piantine dell’orto più delicate, è infatti difficile capire quanta acqua stiamo erogando se usiamo un tubo per irrigazione con lancia.

IL CONTALITRI: FACILE E INTELLIGENTE

La tecnologia sta facendo passi da gigante e anche nella cura del giardino spesso ci viene incontro con soluzioni sempre più facili e intelligenti. In questo caso ci ha pensato Gardena che ha realizzato un piccolo contalitri, da frapporre tra il tubo e l’irrigatore, che ci permette di dosare la giusta quantità di acqua per ogni pianta, tendendo sotto controllo anche gli sprechi.

 video contalitri

Ovviamente può essere utilizzato su tutti i raccordi Gardena, anche per esempio per misurare il consumo di acqua di un irrigatore fisso o per misurare.

Programmatore portatile

43002443A001

Dettagli Prodotto

€ 84,99


Sensore di pioggia elettronico

24008792A001

Dettagli Prodotto

€ 54,90


Valvola cordless 9 V filettata

24009478A001

Dettagli Prodotto

€ 62,99


Published in Tecnica e cura
Pagina 1 di 2

Garden Zanet

Azienda Agricola "FLOROVIVAISTICA"
F.lli ZANET di Zanet Enzo

P.Iva 01648660031
Reg. Imp. No 1252/98

Via Valsesia n°8 28077 Prato Sesia (NO)
T 0163.85.20.11
F 0163.85.29.42

Orari

Orari di Apertura
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
Tutti i giorni, festivi compresi

Mesi di luglio e agosto, domenica 
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 

Giorni di Chiusura
Pasqua - Ferragosto - Natale - S.Stefano - 1° gennaio

 x 
Carrello - € 0,00

  • Carrello vuoto