: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
0163 852011        

: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00    I    0163 852011        

 x 
Carrello - 0,00 €

  • Carrello vuoto

Il contalitri è un simpatico gadget che ci permette di dare la giusta quantità di acqua a ogni pianta. Già: ogni pianta ha diverse esigenze di irrigazione, eppure quando irrighiamo il giardino spesso tendiamo a dimenticarcene. A meno che non abbiamo installato un impianto di irrigazione interrato comandato da una centralina, che gestirà simultaneamente in modo autonomo sia gli irrigatori a battente per il prato sia il tubo gocciolatore per la siepe o le piantine dell’orto più delicate, è infatti difficile capire quanta acqua stiamo erogando se usiamo un tubo per irrigazione con lancia.

IL CONTALITRI: FACILE E INTELLIGENTE

La tecnologia sta facendo passi da gigante e anche nella cura del giardino spesso ci viene incontro con soluzioni sempre più facili e intelligenti. In questo caso ci ha pensato Gardena che ha realizzato un piccolo contalitri, da frapporre tra il tubo e l’irrigatore, che ci permette di dosare la giusta quantità di acqua per ogni pianta, tendendo sotto controllo anche gli sprechi.

 video contalitri

Ovviamente può essere utilizzato su tutti i raccordi Gardena, anche per esempio per misurare il consumo di acqua di un irrigatore fisso o per misurare.

Programmatore portatile

43002443A001

Dettagli Prodotto

79,90 €


Sensore di pioggia elettronico

24008792A001

Dettagli Prodotto

54,90 €


Valvola cordless 9 V filettata

24009478A001

Dettagli Prodotto

59,90 €


Published in Tecnica e cura
Martedì, 16 Ottobre 2018 12:57

FOGLIE SECCHE NEL GIARDINO: COME FARE?

L’autunno porta inevitabilmente con sè il fenomeno della caduta delle foglie secche: molto suggestivo per le sfumature di colore che ci regala, ma anche impegnativo per chi ha un giardino e prima o poi dovrà raccoglierle. Ecco qualche consiglio smart per risolvere il problema delle foglie secche senza fatica.

Diciamo subito che foglie secche devono essere raccolte e non possono essere lasciate a terra. Anzitutto perchè fanno scivolare: le foglie bagnate sull’asfalto o sul pavimento in cotto del patio sono scivolose e possono avere lo stesso effetto di una buccia di banana

Anche le foglie secche cadute sul prato devono essere rimosse: potrebbero marcire e lasciare delle macchie nel prato in primavera. Un po’ di foglie però le possiamo lasciare: per esempio uno strato di 10 cm sotto i cespugli e alle basi di siepi e di alberi, degradandosi arricchisce il terreno durante l’inverno. Potete sminuzzarle e mescolarle al terreno, in modo che il vento non le porti via. Con l’arrivo della primavera dovremo comunque ripulire, per lasciare libere di piante di ricevere ossigeno e luce.

FOGLIE SECCHE: GLI ATTREZZI DEL MESTIERE

La scelta degli attrezzi più adatti dipende dalla dimensione del giardino, dal numero e tipo di alberi presenti e dalla voglia di faticare. Se le foglie da raccogliere sono poche, potete utilizzare un classico rastrello. Ormai in commercio l’offerta si è specializzata e accanto ai modelli tradizionali, adatti anche per la raccolta dell’erba tagliata, troviamo anche delle scope raccoglifoglie: normalmente con lunghi denti in acciaio arcuati, con la possibilità, nei modelli top, di regolare l’ampiezza del raggio d’azione.

Una volta radunate, le foglie devono essere raccolte e trasportate nel luogo di smaltimento. Sono ottimi in queste occasioni i sacchi portatuttoche arrivano a capienze fino a 180 litri. Sono utili anche per raccogliere i resti delle potature o per trasportare la legna per il camino.

video soffiatore per foglie gardena

Se le foglie da raccogliere sono molte, o semplicemente non volete far fatica, la soluzione migliore è un soffiatore/aspiratore a motore: nato per un uso professionale, per esempio il più noto è per la pulizia degli stadi, il soffiatore è ormai diventato un elettrodomestico a tutti gli effetti. Nei modelli hobbistici spesso il soffiatore svolge anche l’azione di aspirazione delle foglie, aggiungendo alla macchina un sacco di raccolta: le foglie vengono aspirate, sminuzzate in una ventalo e raccolte nel sacco.

Sacco MaxBag extra forte

41002735A001

Dettagli Prodotto

13,50 €


Scopa-rastrello Combisystem 43cm

24004954A001

Dettagli Prodotto

11,50 €


Soffiatore/Aspiratore ErgoJet 2500

42000860A001

Dettagli Prodotto

104,90 €


Published in Tecnica e cura
Lunedì, 08 Ottobre 2018 18:09

POTARE LE SIEPI PRIMA DELL’INVERNO

La potatura è un’operazione che, chi pratica giardinaggio, deve compiere ciclicamente durante l’anno, specialmente se dobbiamo potare le siepi. L’intervento di potatura stimola lo sviluppo annuale della vegetazione, mantiene la pianta delle dimensioni desiderate e migliora e corregge la forma dei rami.

Nel caso delle siepi, la potatura è da effettuare in primavera e in settembre, per sfoltire le piante dopo la crescita estiva. Le siepi sempreverdi che tendono ad espandersi devono essere sfoltite per aiutarle ad affrontare l’inverno, mentre le altre siepi a foglie caduche vanno liberate dai rami secchi o malati.

POTARE LE SIEPI: USIAMO GLI STRUMENTI GIUSTI

I tagli vanno fatti con moderazione e consapevolezza, al fine di dare una forma inclinata ai lati che impedisca alla parte inferiore della pianta di essere troppo spoglia. Per essere precisi ogni 100 cm verso l’alto, ciascun lato deve rientrare di circa 10 cm, ovvero in totale la siepe deve essere più stretta di circa 20 cm. Anche chi non vuole dare alle proprie siepi una forma rigorosa e predefinita, ma vuole lasciarle libere di svilupparsi, deve sfoltire i rami alti per evitare che la parte bassa si impoverisca.

Gli strumenti con cui tagliare le siepi sono importanti per creare un taglio preciso e che non danneggi la pianta.

Per siepi con rami più piccoli sono adatte delle cesoie per siepi o, se si devono potare molte piante, un tagliasiepi a motore o a batteria. Se invece la siepe è robusta e bisogna tagliare rami più grandi di diametro, è meglio optare per un troncarami. All’atto della scelta di una cesoia per siepi, bisogna presetare attenzione anche alla forma delle lame.

POTARE LE SIEPI

L’attrezzo da utilizzare deve essere sempre affilato e in grado di garantire un taglio netto, senza sfilacciature. Ogni taglio o sfibratura consentirà infatti ai parassiti e alle malattie di intaccare più facilmente la pianta.

Cesoie per siepi Classic 540 FSC 100%

41001028A001

Dettagli Prodotto

39,90 €


Troncarami 680 B Classic

41003046A001

Dettagli Prodotto

31,90 €


Rifilasiepi a batteria + lama rifilasiepi

42000471A001

Dettagli Prodotto

129,90 €


Published in Tecnica e cura
Martedì, 11 Settembre 2018 10:48

LE BUONE PRATICHE IN AUTUNNO: ARIEGGIARE IL PRATO

Un prato in perfetto ordine può sembrare un’obiettivo difficile da raggiungere, ma eseguendo pochi interventi di manutenzione quando serve si può risparmiare tempo e denaro. Eseguendo alcuni semplici interventi di routine, come l’areazione e la scarificazione del prato, possiamo preparare il prato all’arrivo dell’inverno. Il caldo e l’umidità estive, possono far crescere alla base del terreno, muschio e uno strato di erba morta e resti organici (detto feltro), che impediscono alle radici la giusta areazione.

COME ARIEGGIARE IL PRATO

Per evitare questo fenomeno basta munirsi di un attrezzo simile a un rastrello chiamato scarificatore, da inserire nel terreno per estrarre il feltro e ripulire il suolo da tutti i detriti che possono ostacolare il passaggio di aria e acqua.

Un’altro attrezzo importante è l’arieggiatore, manuale o a motore, composto da diverse lame da piantare nel suolo per creare solchi e smuovere il terreno, favorendo così drenaggio e arieggiatura del suolo.

Queste operazioni vanno svolte una volta al mese per tutto l’autunno, al fine di preservare la salute del prato in vista del freddo invernale.

Molto importante è anche, dopo aerazione e scarificazione, utilizzare un concime a lenta cessione sul prato ad azione rinverdente, da distribuire dopo l’ultima tosatura autunnale, innaffiando poi abbondantemente. Il concime rinverdente aiuta il prato a difendersi dalle malerbe e resistere alle intemperie, inoltre gli fornisce i nutrienti necessari per evitare l’ingiallimento dell’erba.

Compo Solfato Ferroso 5 kg (BIO)

35008422A001

Dettagli Prodotto

10,51 €


Scopa per erba regolabile in plastica Combisystem

41002889A001

Dettagli Prodotto

21,90 €


Aeratore stellare Combisystem 14 cm

24005265A001

Dettagli Prodotto

44,90 €


Published in Tecnica e cura

Innaffiare le piante in maniera costante è fondamentale per mantenerle in salute, soprattutto con la calura estiva. Il terreno si secca velocemente quando il termometro supera i 30 gradi e l’apporto d’acqua deve essere quotidiano. Le piante coltivate in vaso, avendo a disposizione un quantità contenuta di terra, non possono cercare l’acqua nella profondità del terreno. Irrigare le piante tutti i giorni non sempre possibile: le ferie estive, un week end di relax o un viaggio urgente, potrebbero tenerci lontani da casae non permetterci di occuparci di loro.

La soluzione migliore è l’installazione di un impianto di irrigazione (interrato o di superficie nel caso di un giardino o a goccia se parliamo di un terrazzo) comandato da una centralina, sistema che consente di innaffiare le piante durante tutto l’arco dell’anno. Tuttavia, se abbiamo poche piante oppure se abbiamo un terrazzo senza rubinetto esterno, un impianto computerizzato non è la soluzione ideale, in quanto collegare la centralina a un rubinetto interno alla casa può comportare allagamenti in vostra assenza a causa del guasto della centralina.

In commercio esistono però alcune soluzioni economiche concepite proprio per questi casi specifici.

Un esempio è l’acqua complessata o in gel, una sostanza gelatinosa che svolge la funzione di reidratante basale ed elimina la necessità dell’intervento quotidiano di innaffiatura, garantendo alla pianta fino a 20-30 giorni di autonomia. È sufficiente bagnare il terreno e inserire la confezione aperta capovolta in 2/3 cm di terra; con il passare dei giorni, il gel ritornerà liquido, rilasciando nella pianta il giusto apporto d’acqua. Una confezione da 300 ml è sufficiente per un vaso fino a 20 cm di diametro.

Un’altra alternativa è l’irrigatore a “carota” che sfrutta l’osmosi e permette di irrigare una pianta in vaso in modo automatico per lunghi o brevi periodi di assenza. L’umidificatore in ceramica, posizionato nel terreno, quando è secco per osmosi aspira l’acqua da un tubicino immerso in un recipiente piccolo o grande (a seconda dei giorni d’assenza). È adatto per vasi di diametro fino a 25 cm e apporta circa 10 cl d’acqua al giorno.

Per i terrazzi più rigogliosi, la soluzione migliore è un set d’irrigazione. Esistono in commercio set completi di pompa, tubi, distributori a goccia e trasformatore con timer, facili da usare e che non necessitano di essere programmati. La pompa, immersa in un serbatoio, trasporta l’acqua agli erogatori che bagnano la terra goccia a goccia. L’apporto d’acqua può essere regolato a seconda delle diverse esigenze della pianta e la presenza dei tubi e degli irrigatori vi permette di personalizzare il vostro impianto. Un piccolo consiglio: installate il set d’irrigazione un paio di giorni prima di partire, in modo da verificare che tutto funzioni perfettamente. Specialmente dopo il primo utilizzo, gli irrigatori potrebbero essersi ostruiti con polvere o terra: se l’avete utilizzato la scorsa estate e non è stato pulito perfettamente è sempre bene fare dei test.

Gesal Oasi 330 ml riserva d'acqua in gel

12010714A001

Dettagli Prodotto

2,60 €


 

Irrigatore a carotina semi-automatico (2 pezzi)

43002139A001

Dettagli Prodotto

8,40 €


 

Set irrigazione da balcone (idrokit per fioriere)

24002356A001

Dettagli Prodotto

129,90 €


 

Published in Tecnica e cura

Tagliare l’erba del prato è un'attività che richiede tempo. Attrezzature evolute come il robot tagliaerba R40Li di Gardena rispondono bene a questa problematica. Dopo l'installazione, infatti, il robot tagliaerba R40Li è in grado di lavorare in autonomia, permettendo così un rilevante risparmio di tempo e di energie.

video rasaerba r40 gardenia

ROBOT TAGLIAERBA: FACILE INSTALLAZIONE

L’installazione è semplice e richiede pochi accorgimenti. Il cavo perimetrale accessorio consente di delimitare l’area da tagliare che il robot riconosce. La macchina effettua un taglio mulching giornaliero che garantisce un prato sempre perfetto, senza bisogno di raccogliere e smaltire lo sfalcio.
Il robot tagliaerba R40Li di Gardena è munito di lame estremamente affilate e si basa sul principio di taglio casuale; questa irregolarità del movimento consente un taglio senza striature ed uniforme. Un tappeto erboso folto, lucido e sano è l'eccellente risultato dell'utilizzo di questa macchina.

robot tagliaerba gardena     robot tagliaerba gardena     robot tagliaerba gardena

Il robot tagliaerba R40Li di Gardena è estremamente versatile poichè si adatta a giardini di varie forme e dimensioni, dai più piccoli e semplici, a quelli più grandi e complessi (fino a un massimo di 400 mq). Oltre all'autonomia di lavoro, il robot garantisce massima sicurezza per persone e animali, grazie ai sensori di sollevamento, per bloccare le lame quando il rasaerba viene sollevato, al sensore di ribaltamento, per fermarlo quando è troppo inclinato, e al sensore di collisione, per fargli cambiare direzione quando incontra un ostacolo.

Quando necessario, si arresta facilmente attraverso il pulsante “Stop” e l'ampio spazio tra la scocca e le lame previene qualsiasi possibile infortunio. Leggero, maneggevole ed estremamente silenzioso, è un prodotto tecnologicamente avanzato e sofisticato: il suo funzionamento a batteria agli Ioni di Litio garantisce zero emissioni e un consumo energetico minimo. Il robot si ricarica in autonomia tornando alla propria base grazie al cavo guida.

Può essere utilizzato anche quando piove e con manto erboso bagnato!

Robot rasaerba R40Li

42000570A001

Dettagli Prodotto

1299,00 €


Robot rasaerba Sileno

42000600A001

Dettagli Prodotto

1799,00 €


Robot rasaerba Sileno+

42000594A001

Dettagli Prodotto

1999,00 €


Published in Tecnica e cura

Garden Zanet

Azienda Agricola "FLOROVIVAISTICA"
F.lli ZANET di Zanet Enzo

P.Iva 01648660031
Reg. Imp. No 1252/98

Via Valsesia n°8 28077 Prato Sesia (NO)
T 0163.85.20.11
F 0163.85.29.42

Orari

Orari di Apertura
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
Tutti i giorni, festivi compresi

Mesi di luglio e agosto, domenica 
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 

Giorni di Chiusura
Pasqua - Ferragosto - Natale - S.Stefano - 1° gennaio

 x 
Carrello - 0,00 €

  • Carrello vuoto