: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
0163 852011 whats  351 6701214      

: Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00    I    0163 852011    I  whats  351 6701214      

 x 
Carrello - € 0,00

  • Carrello vuoto
Mercoledì, 04 Dicembre 2019 17:03

Come fare un presepe realistico

Il presepe è una tradizione tipica italiana, diventata popolare nel '700. Esistono innumerevoli modi di rappresentare la scena della natività: c'è chi preferisce ricreare soltanto la sacra famiglia, e chi invece inserisce anche ruscelli, oggetti meccanici, luci funzionanti e paesaggi dettagliati.

In commercio esistono numerosi materiali per la presepistica: statuette, miniature, corteccia di sughero, cartaroccia, cartaprato vellutata o sabbiata, sfondi stampati, ghiaia di vari colori, muschio secco o fresco, ecc. ma per rendere il nostro presepe occorre sapere i trucchetti per renderlo realistico.

Per prima cosa occorre definire lo spazio a disposizione del nostro futuro presepe. Può essere creato in giardino, con statue fino a 1 metro e mezzo d'altezza, oppure in uno spazio più ristretto, anche in casa.

prospettiva

L'altezza ideale del ripiano su cui posizionare il presepe è di 135 cm, in modo tale che la visuale degli osservatori (con altezza media di 165 cm) coincida approssimativamente con la liena dell'orizzonte del presepe.

Sempre per dare un'illusione prospettica, è importante posizionare statue con altezze diverse a seconda della loro posizione: infatti quando osserviamo un paesaggio, vediamo più grandi le persone e gli oggetti vicini a noi e più piccoli quelli lontani, e andremo a ricreare questa sensazione al nostro presepe. Allontanandosi dalla visuale dall'osservatore le statue diminuiranno in altezza, le strade scompariranno dietro a massi o svolte per poi proseguire lontanissime sullo sfondo, e sulle montagne non posizioneremo nessuna statuetta (nessun uomo è visibile a occhio nudo sulle montagne!).

Anche i colori e le luci sono importanti: il primo piano dovrà essere più illuminato, per poi perdersi in lontananza, mentre gli oggetti in secondo piano, per dare l'illusione della lontananza, avranno colori meno brillanti e contorni meno nitidi.

Buon divertimento!

Published in Casa e decor
Martedì, 11 Dicembre 2018 14:30

IDEE PER IL PRESEPE

Il presepe è un’antica tradizione natalizia che affonda le sue radici nel periodo medievale e pare sia un’invenzione italiana: il primo ad allestire una rappresentazione vivente della Natività fu infatti San Francesco nel 1223, ma si dovrà attendere fino al 1700 prima che questa usanza prenda piede in tutta Italia. La più grande tradizione presepistica rimane ancora oggi quella napoletana, seguita da quella genovese e bolognese. Le differenze sono sopratutto nel materiale e nella lavorazione delle statuine, mentre l’ambientazione e l’iconografia rimane piuttosto simile. Il presepe è un rituale che si tramanda di generazione in generazione, perciò spesso le statuine ereditate sono affiancate da altre più moderne, acquistate nel corso degli anni.

Esistono tanti modi diversi di rappresentare la scena della natività; dal presepe minimale dove appare solo la Sacra Famiglia a quello sfarzoso con laghetti, pompe idrauliche e lucine. Prima di iniziare ad allestire, è importante capire quanto spazio abbiamo a disposizione, quanto vogliamo spendere e quanto tempo vogliamo dedicarci!

Un’idea per chi non ha spazio in casa è di allestire un presepe in giardino: esistono statue che vanno dai 50 cm a 1 metro di altezza, con le quali potrete creare una sorta di presepe iperrealistico all’esterno della vostra abitazione. Certo, un presepe così grande non sarà molto particolareggiato! Se avete dei bambini sarà sicuramente più divertente creare un piccolo presepe ricco di elementi e personaggi differenti. Non solo la grotta quindi ma anche i pastori, le pecorelle, le varie professioni (oste, panettiere, ecc.) e vari elementi architettonici come il pozzo, il mulino, il ponte.

Dopo aver scelto il luogo nel quale allestire il presepe dovrete immaginare il posizionamento dei vari elementi e delle luci. Queste ultime dovranno essere collecate all’inizio, per nasconderle meglio ed evitare in seguito di far cadere le statue. Una volta posizionate le capanne, le case e le luci potete occuparvi dell’ambientazione nella quale collocare le statue. Questa fase può essere realizzata con l’aiuto dei bambini che si divertiranno a posizionare la carta col cielo stellato, a creare montagne di cartapesta e spargere muschio e sassolini. È importante mantenere in primo piano la capanna e le statue più grandi, e creare un secondo piano di casette e personaggi più piccoli per dare profondità e realismo alla scena.

Che decidiate di allestire un presepe tradizionale ambientato in Palestina o più legato alla tradizione popolare, ci sono alcuni accorgimenti che non si possono ignorare, se vogliamo rispettare la tradizione: la statuina di Gesù, per esempio, non va posta nella mangiatoia prima della notte del 24 dicembre e i Re Magi vanno collocati distanti dalla capanna, perchè sono ancora in cammino e arriveranno solo per il giorno dell’Epifania.

Tra i diversi tipi di presepi in giro per il mondo ne esiste anche uno più laico, che prevede la costruzione di un villaggio natalizio. Un’interessante alternativa al presepe classico e un bellissimo elemento d’arredo. Ricco di edifici, negozi e case illuminate addobbate a festa, è caratterizzato da giostrine ed elementi in movimento molto particolareggiati. Questa rappresentazione alternativa del Natale si è diffusa rapidamente sopratutto negli Stati Uniti ed è amato dai collezionisti, che ogni anno acquistano elementi e accessori nuovi da aggiungere al villaggio.

 

Busta sughero naturale CP433

54001336A001

Dettagli Prodotto

€ 4,30


Neve artificiale in busta V27

28022800A001

Dettagli Prodotto

€ 3,30


Busta di muschio V20

28017110A001

Dettagli Prodotto

€ 3,20


Published in Casa e decor

Garden Zanet

Azienda Agricola "FLOROVIVAISTICA"
F.lli ZANET di Zanet Enzo

P.Iva 01648660031
Reg. Imp. No 1252/98

Via Valsesia n°8 28077 Prato Sesia (NO)
T 0163.85.20.11
F 0163.85.29.42

Orari

Orari di Apertura
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00
Tutti i giorni, festivi compresi

Mesi di luglio e agosto, domenica 
Dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 

Giorni di Chiusura
Pasqua - Ferragosto - Natale - S.Stefano - 1° gennaio

 x 
Carrello - € 0,00

  • Carrello vuoto